MANNUCCI DROANDI | Chianti Colli Aretini DOCG
Produttori Toscani di Vini biologici e olio di oliva di qualità | Italian Organic producers of Tuscan wines and extra-virgin olive oil
Chianti wines, Vini del chianti, Olive oil Chianti, vini biologici, vino biologico, organic wines, organic olive oil, organic italian wines, quality italian wines, organic chianti classico, mannucci droandi, vini biologici toscani, organic tuscan wines, the best italian wines, wines to look for, amazing italian wines, italian wines to try
130
page-template-default,page,page-id-130,page-child,parent-pageid-123,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-9.1.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Chianti Colli Aretini DOCG

chianticollearetini

Il vino:

da tre generazioni coltiviamo i nostri vigneti di Caposelvi e ne vinifichiamo le uve, ma soltanto
dalla vendemmia 1998 abbiamo deciso di affrontare il mercato in prima persona: mettendo a frutto
l’esperienza, abbiamo iniziato ad imbottigliare il vino. Abbiamo puntato tutto sulla qualità,
cambiando talvolta la nostra stessa mentalità e quella dei nostri collaboratori: abbiamo selezionato i
vigneti ed effettuato potature molto corte, abbiamo diradato i grappoli e scelto le uve, prima nel
campo e poi in cantina, dove tanti anni di pratica ci hanno consentito di governare al meglio le
fermentazioni. L’affinamento in barriques (con l’esclusione di legno nuovo per salvaguardarne la
personalità) e poi in vetro, completano il lavoro. Cerchiamo un vino morbido e fruttato, espressione
del territorio: le colline del Chianti, la Toscana.

La vigna:

quindici ettari di terreno alluvionale, sabbioso limoso di medio impasto, ottimamente esposti, ad
una altitudine media di 250 m.s.l.m., assicurano le migliori condizioni produttive che, unite a scelte
agronomiche adeguate (conduzione del terreno parte con lavorazioni minime e parte con
inerbimento permanente, allevamento a cordone speronato corto, gestione della chioma in estate,
diradamento dei grappoli, sfogliatura e vendemmia in vari passaggi), garantiscono uve di qualità
elevatissima.

 

 


L’uvaggio: Sangiovese 90%, Canaiolo 5%, vitigni tradizionali a bacca rossa 5%.
L’enologo: Gianfrancesco Paoletti.
L’agronomo: Folco Giovanni Bencini.
La cantina: responsabile Andrea Mammuccini. Le uve scelte sono state diraspate e pigiate
delicatamente e poi vinificate in tini di media capacità (50/100 ettolitri), con macerazione
prolungata (20 giorni) e gestita tramite rimontaggi intervallati a délestages; dopo la svinatura e la
pressatura soffice delle vinacce, la tempestiva effettuazione della fermentazione malolattica ha
costituito la necessaria premessa per la successiva maturazione (10 mesi) in barriques di rovere
francese (usate, oltre il 3° passaggio); infine, 3 mesi di vetro hanno completato l’affinamento.
Periodo di invecchiamento consigliato: fino a 6/7 anni, mantenendo inalterata la sua piacevolezza.