MANNUCCI DROANDI | Un patrimonio di uve fondamentali – articolo sul golagioconda.it
Produttori Toscani di Vini biologici e olio di oliva di qualità | Italian Organic producers of Tuscan wines and extra-virgin olive oil
Chianti wines, Vini del chianti, Olive oil Chianti, vini biologici, vino biologico, organic wines, organic olive oil, organic italian wines, quality italian wines, organic chianti classico, mannucci droandi, vini biologici toscani, organic tuscan wines, the best italian wines, wines to look for, amazing italian wines, italian wines to try
20272
post-template-default,single,single-post,postid-20272,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Un patrimonio di uve fondamentali – articolo sul golagioconda.it

Mannucci Droandi è una piccola azienda nel Valdarno aretino. Piccola, ma importante. Da anni, grazie anche al programma di ricerca portato avanti col CRA (Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura), valorizza, con competenza e passione, i vitigni, talvolta rari o addirittura in fase di scomparsa, dell’area.

E’ un tentativo coraggioso di opporsi all’impoverimento del patrimonio varietale e dei biotipi autoctoni. Un patrimonio di uve minori e storiche, fondamentali per mantenere l’identità di un territorio e per caratterizzare i vini da un punto di vista organolettico.

Se teniamo conto che, solo per parlare della Toscana, il Sangiovese è coltivato per circa il 60% , e che, per produrre i supertuscan, molto si è impiantato in fatto di Merlot e Cabernet, si capisce come il lavoro di fattorie quali Mannucci Droandi vada, per dirla con De André, in direzione ostinata e contraria.

Citiamo tre casi: Il Barsaglina, dalle ottime capacità fenoliche, e il Foglia Tonda, di antica origine chiantigiana, con grappolo e acino molto simili al Sangiovese, e, ancora il Pugnitello, scarso in resa e tuttavia ottimo in qualità.

Il Barsaglina è originario della provincia di Massa Carrara. Il suo comportamento è decisamente influenzato dall’ambiente e dalle temperature. Dà un vino di colore rubino carico, con sentori vegetali al naso e gusto avvolgente. Interessante da utilizzare, per la sua intensità colorante e la sensazione di freschezza, in blend col Sangiovese.

Altro vino robusto e generoso e olfattivamente gradevole è quello ottenuto dal Foglia Tonda, capace di buon invecchiamento. Del Foglia Tonda si hanno tracce nella zona di Arceno alla metà del ‘900 e, a ritroso, presso il Castello di Brolio del Barone Ricasoli nell’800.

Il Pugnitello ha, invece, origini grossetane. Si chiama così probabilmente per la forma del grappolo, simile a un pugno chiuso. Il vino è quasi violaceo al colore, con note evidenti di ciliegia, buona struttura e tannini morbidi. Adatto a essere vinificato in purezza, regge molto bene il passare degli anni.

Di questi e altri vitigni trovate notizia nel Registro Nazionale delle Varietà di Vite. Per assaggiare le bottiglie invece conviene mettersi in contatto con Mannucci Droandi o recarsi direttamente al punto vendita della fattoria. Sarete i benvenuti.